4 film per tutte le fashion addict.

4 film per tutte le fashion addict.

Quante volte riguardiamo lo stesso film non solo per l’happy end ma per riguardarci quel vestito che ci piace tanto? Da sempre cinema e moda vanno di pari passo. Perchè diciamocelo sono due mondi che si danno tanto reciprocamente.
Per  tutte le fashion addict una short list di film sulla moda assolutamente da rivedere più e più volte! Non manca che la nostra migliore amica e i pop corn caldi.

 

Colazione da Tiffany (B. Edwards, 1961).

Ogni mattina un taxi si ferma sulla favolosa Quinta Strada. Scende un’inimitabile Audrey Hepburn nei panni di Holly Golightly che guarda sognante la vetrina di Tiffany. Mangia un croissant e sogna ad occhi aperti. Da questo film nasce il mito e l’indiscussa eleganza del Little Black Dress

 

I Love Shopping (P.J. Hogan, 2009).

Il film racconta la vita di Rebecca Bloomwood, Becky una ragazza ossessionata dallo shopping. Proprio la sua ossessione le porterà diversi problemi con amici e parenti. Il suo sogno è quello di scrivere per una prestigiosa rivista di moda, ma si ritroverà a lavorare per una economica il cui capo-redattore le farà subito battere il cuore.

Sex and the city il film (Michael Patrick King, 2008).

Dal grande successo della serie TV le avventure delle 4 amiche Carrie, Miranda, Samantha e Charlotte arrivano sul grande schermo. Non parliamo di capolavoro cinematografico, ma i vestiti che ci sono in questo film ci fanno sognare ogni volta che lo vediamo. Non per niente gli outfit del film sono stati realizzati da stilisti come “Oscar De La Renta” e “Ralph Lauren”.

 

Il Diavolo veste Prada (D. Frankel, 2006).

Un film un’icona! Chi non ha sognato di essere la bellissima Anne Hathaway e avere a disposizione tutto il guardaroba “grandi firme” di una nota rivista di moda? Un film ricco di citazioni e outfit meravigliosi. In più la bravissima Meryl Streep nei panni di Miranda la cattivissima direttrice della rivista.

 

Dal Film ” il Diavolo Veste Prada”

Miranda [ad Andy]: Tu pensi che questo non abbia nulla a che vedere con te, tu apri il tuo armadio e scegli, non lo so, quel maglioncino azzurro infeltrito, per esempio, perché vuoi gridare al mondo che ti prendi troppo sul serio per curarti di cosa ti metti addosso, ma quello che non sai è che quel maglioncino non è semplicemente azzurro, non è turchese, non è lapisil, è effettivamente ceruleo e sei anche allegramente inconsapevole del fatto che nel 2002 Oscar De La Renta ha realizzato una collezione di gonne cerulee e poi è stato Yves Saint Laurent, se non sbaglio, a proporre delle giacche militari di color ceruleo, e poi il ceruleo è rapidamente comparso nelle collezioni di otto diversi stilisti, dopodiché è arrivato a poco a poco nei grandi magazzini e alla fine si è infiltrato in qualche tragico angolo casual dove tu evidentemente l’hai pescato nel cesto delle occasioni tuttavia quell’azzurro rappresenta milioni di dollari ed innumerevoli posti di lavoro e siamo al limite del comico quando penso che tu sia convinta di aver fatto una scelta fuori dalle proposte della moda quindi, in effetti, indossi un golfino che è stato selezionato per te dalla persona qui presente in mezzo ad una pila di roba! 

Se ti è piaciuto, condividi questo articolo...Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.